14-11-2010 - La Nuova Ferrara - "Auto e moto storiche da salvaguardare"

Stampa

 

 



Auto e moto storiche da salvaguardare



La Nuova Ferrara — 14 novembre 2010

Il Club Officina Ferrarese nato senza scopo di lucro, ha lo scopo di rappresentare e tutelare in ambito provinciale gli interessi generali dell'automobilismo e motociclismo storico, favorendo la ricerca, l'acquisto, il restauro, la conservazione di veicoli a motore di interesse storico e collezionistico. Indimenticabili sono stati gli incontri con Thomas Biagi campione ferrarese mondiale FIA-GT, con Casoni e Govoni, piloti emiliani di grande successo negli anni 60-70, con Dino Tagliazucchi e Giorgio Ferri autista e segretario di Enzo Ferrari e con l'ingegner Stefano Govoni progettista meccanico della Ferrari sempre presente alle gare di Formula uno, ed ancora Carlo Garruti responsabile della formula Challenger e Valerio Stradi uomo di fiducia del Drake nel settore amministrativo. Fra gli ultimi ospiti Gino Munaron famoso pilota ufficiale della Ferrari che vinse anche una Mille Miglia ed Arturo Merzario campione del mondo con l'Alfa Romeo nel campionato mondiale Marche; non mancano gli scrittori di automobilismo come Cesare De Agostini che tornerà molto presto. «Ogni incontro - precisa Zavatti - viene registrato in un dvd che va ad arricchire il nostro archivio e la nostra biblioteca». Al di là dei compiti istituzionali l'Officina Ferrarese non dimentica la beneficenza a cui dedica attività ed iniziative mentre per il suo impegno nell'organizzazione di molte manifestazione si è meritata per otto volte il riconoscimento Manovella d'oro, istituito dall'A.S.I. (Automotoclub Storico Italiano) e che consegna annualmente. «Nel 2011 - conclude l'attuale presidente Riccardo Zavatti - in occasione del nostro 25º anniversario di presenza sul territorio, abbiamo pensato di sottolineare con un evento speciale il centenario della nascita dell'ingegner Giovanni Savonuzzi, speriamo di riuscire a organizzare un'iniziativa ad hoc». Infine da parecchi anni unitamente all'AeroClub, all'Assonautica ed al Jazz Club, l'Officina Ferrarese partecipa al Memorial Mirto Govoni un riconoscimento che viene consegnato ad un ferrarese che abbia contribuito a valorizzare l'immagine della città e questo per ricordare un giornalista sportivo che fu particolarmente legato al mondo del motorismo e della musica.