Buy the best web hosting reviews of 2012 and consider reading BlueHost Review and users testimonials.

06-10-2014 - La Nuova ferrara - "Un aiuto a Suor Laura Girotto ricordando Mirto Govoni"

Stampa

CENTO. A suor Laura Girotto, il 21º Memorial Mirto Govoni. Il Premio dedicato al giornalista ferrarese, ma di origini centesi, che si è occupato di nautica, auto d'epoca e jazz, è stato consegnato ieri da Paolo Del Buono (direttore di Assonautica) in occasione del raduno “In Cento a Cento”, organizzato dalla Scuderia Ferrari Club di Cento in collaborazione con il Club Officina Ferrarese e la Topolino Autoclub Italia.

Partiti in mattinata da piazza della Rocca, e dopo la visita guidata (circa 200 persone) al nuovo Museo Ferruccio Lamborghini di Funo di Argelato (Bo), l'ultima tappa della sfilata di ieri, a cui hanno partecipato oltre un centinaio di splendide auto storiche, vecchie e nuove Ferrari e indimenticabili Topolino, è stata all'hotel Europa. Oltre 160 i presenti al pranzo,occasione per le associazioni per consegnare a suor laura Girotto, sia l'importante riconoscimento sia un assegno a sostegno dell'attività svolta nella missione salesiana Kidane Mehret di Adwa (in Etiopia).

A consegnare il premio e la donazione, accanto a Dal Buono anche Riccardo Zavatti (presidente Club Officina Ferrarese), Franco Trocchi (presidente Scuderia Ferrari Club di Cento), l'assessore centese Massimo Manderioli, Giovanni D'Iapico (nipote di Mirto Govoni) e Fabio Lamborghini (nipote di Ferruccio Lamborghini).

Nel ricordare le qualità del giornalista ferrarese, suor Laura, affiancata da Sergio Tabacchi e Giancarlo Rambaldi che da anni si recano in Etiopia per lavorare gratuitamente nella missione, ha ringraziato tutti: «Qui a Cento, mi sento dieci volte a casa, per l'amicizia e il sostegno alla missione che arriva da questa città. La targa ricorderà l'evento, e questo contributo metterà carburante alla missione, che come una Ferrari continuerà a correre con il vostro aiuto. Abbiamo 1.500 bambini (dai 3 ai 18 anni) a scuola, circa 2mila famiglie assistite in città e in più è in fase di costruzione un ospedale che sarà un punto di riferimento in Etiopia».

Assieme alle porte donate dal titolare dell’hotel Europa, dalle associazioni, un contributo che si trasformerà «in pane, vestiti e medicine. Così, anche voi - ha ribadito suor Laura - siete tra chi si prende cura dei bambini e sostiene la realizzazione dell'ospedale. Per questo, vi dico grazie». (b.b.)

photoshop brushes Free Joomla Templates designed by Website Hosting